Piano regolatore municipale sussidiario

logo-consulta-x-Sito22

PER UN PIANO REGOLATORE MUNICIPALE (2011/2015)
PARTECIPATO e CONDIVISO
Questo lavoro, svolto con modalità sinergiche e plurali tra le associazioni già presenti nella Consulta per il Volontariato Sociale del II Municipio, associazioni che hanno presentato domanda per essere ammesse in Consulta ed altre entità territoriali che svolgono lavoro volontario e che non sono state convocate ai tavoli di co-progettazione, intende rappresentare ed essere testimonianza di come:

1) Il territorio del II Municipio sia ricco di esperienze legate a buone pratiche spesso ignorate dalle Istituzioni.

2) Le “buone pratiche” dal basso possano divenire progettualità innovativa e condivisa capace di attingere a professionalità e competenze volontarie presenti sia nelle associazioni che nei centri di ascolto delle parrocchie, in un ottica di network sociale che preveda anche una auspicabile compartecipazione da parte di chi governa ed amministra il II Municipio.

3) Sia un errore improduttivo pensare di gestire la costruzione di un Piano Regolatore Municipale e dei relativi piani di Zona, in modo verticistico, accentrando tutte le analisi, i monitoraggi e le decisioni progettuali, nelle mani dei soggetti istituzionali, ignorando quanto previsto da leggi (come ad esempio la 328) nata proprio per valorizzare la compiutezza di un percorso condiviso e partecipato nel modo più ampio possibile, nell’interesse sia dei cittadini in stato di fragilità, che di tutti i soggetti sociali coinvolti.
sintesi piano regolatore sussidiario

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *